Coronavirus, Bill Gates: gestione Governo cinese modello da seguire

Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter

Bill Gates, in un’intervista ai microfoni di Sky Tg24, ha elogiato il Governo cinese per come ha saputo affrontare e gestire l’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia di Covid-19 (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA). “Quando il governo cinese si è impegnato pienamente, nella seconda metà di gennaio, l’idea di ridurre i contatti con la quarantena, che ha origini molto antiche, è stata attuata molto seriamente”, ha dichiarato il fondatore di Microsoft, secondo il quale le misure adottate dalla Cina  rappresentano un modello da seguire per gli altri Paesi del mondo. “Sono molto contento che abbia funzionato perché per i Paesi ricchi, come la Cina, è stato un modello da seguire. Tutti lo stanno seguendo a modo proprio non si può replicare esattamente perché dipende dalla società”, ha aggiunto il magnate filantropo. 

“Ora la Cina potrebbe fare la differenza”

“La Cina, dimenticando le responsabilità oggettive sul dove ha avuto origine la pandemia, è stata la prima a trovarsi in questa situazione”, ha dichiarato Gates. “È sempre più difficile per il paese che si trova per primo a fare i conti con un’emergenza perché non se ne sa molto. Quel che ha fatto la Cina sta aiutando il resto del mondo. Ora che la Cina è tornata perlopiù operativa, sapere che potrà contribuire alla fornitura del materiale necessario potrebbe fare una grossa differenza”, ha concluso.

Coronavirus, Cina teme seconda ondata di contagi

Mentre i numeri legati alla pandemia di Covid-19 salgono nel resto del mondo, in Cina si teme una seconda ondata di contagi da coronavirus. I timori si concentrano nella provincia del nord di Heilongjiang e sono dettati da un numero importante di nuovi casi registrati a seguito dell’arrivo di viaggiatori dalla Russia. Per cercare di arginare la diffusione del virus,  Suifenhe nella giornata dell’8 aprile ha varato un lockdown simile a quello rimosso negli scorsi giorni a Wuhan, nell’Hubei.

Commenti Facebook
Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter