iPhone SE, nuovo smartphone low cost by Apple

Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter
 

Nel 2016 Apple per la prima volta decise di lanciare una versone più piccola del suo prodotto di punta volta (iPhone). La sigla lasciava poco all’immaginazione dell’utente SE, he presumibilmente intendeva “special edition”, offrendo un dispositivo smart abbastanza potente, iPHONE SE, e anche esteticamente perfezionato, con un costo più che abbordabile rispetto al top di gamma ma con misure sicuramente contenute.
“Le Performance, la convenienza e le minori dimensioni”. Così Apple riassume la strategia dell’iPhone SE.
Dopo quattro anni, nel 2020, Apple ci riprova, e decide di riproporre la stessa strategia con una nuova versione dell’iPhone SE. Speso nome, ma con design più moderno e sicuramente più potente.

Il design

L’aspetto dell’iPhone SE di seconda generazione è simile a quello dell’iPhone 8: uno schermo da 4,7 pollici in Retina Hd. Presente anche la tecnologia True Tone che aggiusta il bilanciamento del bianco in automatico creando un’illuminazione dello schermo più naturale. In basso, torna il caro vecchio tasto Home – una buona notizie per i più nostalgici – con il Touch Id, il sensore per sbloccare lo schermo con l’impronta digitale. La scocca è in alluminio aerospaziale (al 100% riciclato) e vetro, disponibile in tre colori: nero, bianco e rosso (Product Red). È resistente all’acqua e alla polvere con un grado di protezione IP67 per una resistenza all’acqua fino a 1 metro per 30 minuti.

Lo stesso chip di iPhone 11

All’interno invece troviamo prestazioni da top di gamma, grazie al chip A13 Bionic, lo stesso dell’iPhone 11 e 11 Pro uscito lo scorso settembre. Che perfeziona e velocizza ogni prestazione, dalla fotografia al gaming, grazie al machine learning contenuto nel Neural Engine 8-core al suo interno, capace di 5 trilioni di operazioni al secondo. Ottimizzata anche la durata della batteria: questo iPhone SE di seconda generazione supporta la ricarica wireless e la ricarica veloce: significa che si può ottenere il 50 per cento di ricarica in 30 minuti. Questo iPhone è dual-sim – con una eSim – utile per chi si ritrova a dover utilizzare due numeri, per esempio uno personale e uno aziendale.

Le fotocamere

Sul retro la fotocamera è soltanto una, proprio come nell’iPhone XR. E come in quel caso, il sensore è uno ma in grado di proporre (quasi) le stesse performance di comparti fotografici più avanzati, grazie all’utilizzo del Neural Engine. Si tratta di una fotocamera da 12 megapixel che permette però di realizzare scatti in modalità ritratto – con tutti i 6 effetti di illuminazione e controllo della profondità. Grazie alla stessa tecnologia, la modalità ritratto è disponibile anche sulla fotocamera frontale. L’intelligenza artificiale aiuta anche nel migliorare la luce e i colori della nostre foto. Un punto caro ad Apple è quello dei video: presente – fronte e retro – la stabilizzazione delle immagini e la ripresa in 4K fino a 60 fps.

I prezzi

La terza parola chiave è il prezzo più conveniente. E in effetti qui il listino si abbassa di molto rispetto a quelli che siamo abituati a vedere sui top di gamma. Apple qui propone un nuovo modello allo stesso prezzo del primo iPhone uscito in Italia nel lontano 2008: siamo sotto ai 500 euro. iPhone SE di seconda generazione è disponibile in pre-ordine online a partire dal 17 aprile e in vendita ufficialmente dal 24 aprile, a partire da 499 euro oppure con rate da 14,95 euro al mese o al prezzo di 359 euro con permuta sul sito di Apple. Tre le misure di memoria disponibili: da 64GB, 128GB e 256GB. Come per qualsiasi nuovo device Apple acquistato, è incluso un anno gratuito di Apple Tv+.

Commenti Facebook
Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter