Gates è il bersaglio n. 1 dei cospirazionisti: sorpassa perfino la bufala Covid-5G

Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter

Studio del New York Times insieme a Zignal Labs: il fondatore di Microsoft è ormai il nuovo George Soros nella selva di complottismi e teorie strampalate sulla diffusione del coronavirus

da: Repubblica Tecnologia

Secondo un’indagine condotta dal New York Times e da Zignal Labs, un’azienda specializzata nell’analisi dei media, le fake news a tema coronavirus che riguardano Bill Gates sono le più menzionate in rete.
La più diffusa sostiene che il fondatore di Microsoft sia l’artefice della pandemia e che abbia fabbricato personalmente in laboratorio il nuovo virus, con l’intento di attuare un programma di controllo globale e di trarre profitto dalla vendita dei vaccini. Stando ai dati emersi dall’indagine, le bufale su Bill Gates sono state menzionate oltre 1,2 milioni di volte sui social network tra i mesi di febbraio e aprile, con un picco di 18mila citazioni al giorno nel mese in corso. Inoltre, su Facebook, gli oltre 16mila post sul coronavirus che lo riguardano hanno raccolto 900mila like e commenti, e su YouTube i 10 video più popolari hanno registrato in totale quasi 5 milioni di visualizzazioni.

Commenti Facebook
Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter