I conti correnti rendono meno ma costano di più. Anche quelli online

Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Osservatorio SosTariffe.it: a gennaio rincari medi del 29% annuo per il canale web mentre quelli tradizionali registrano un +27%

Conti correnti che rendono sempre meno e che costano sempre di più. E anche i conti online, tradizionalmente più economici, non sono esenti dai rincari.

Il dato emerge da un’analisi condotta da SosTariffe.it su profili diversi di consumatori. Sono state complessivamente monitorate 17 banche italiane con i relativi costi applicati.

Gli istituti online restano più economici
A gennaio 2020 è stato registrato un aumento dei costi dei conti correnti online, pari al 29% rispetto all’anno precedente: a incidere maggiormente sul rincaro sono il canone annuo, i bonifici e i prelievi allo sportello. Il dato medio riguarda l’analisi di tre profili di consumatori (single, coppia e la famiglia). Situazione simile riguarda i prodotti delle banche tradizionali: + 27 per cento.

Il costo di un conto corrente online tra gennaio 2019 e gennaio 2020 è passato da 45,26 euro a 58,58 euro. Sono le coppie a dover sostenere una spesa maggiore con l’inizio del nuovo anno: i costi sono passati da 45,31 a 60,23 di quest’anno, segnando così un +32,92 per cento.

Commenti Facebook
Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter