San Giuseppe, il falegname simbolo della dignità del lavoro

Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter

Oggi, Primo maggio festa dei lavoratori, la pandemia Covid 19 condiziona assai la ricorrenza. Vale sempre ancora “Iorestoacasa”. La chiesa festeggia San Giuseppe  Artigiano , il falegname simbolo della dignità del lavoro con messe senza fedeli. San Giuseppe è il patrono dei papà, ma anche dei falegnami, carpentieri, ebanisti, in complesso di tutti i lavoratori. Nel Vangelo Gesù è chiamato il “figlio del carpentiere” e ricordare il Santo in questo giorno significa per la chiesa riconoscere la dignità del lavoro umano come dovere dell’uomo e prolungamento dell’opera dei Creatore. San Giuseppe fu proclamato Patrono della chiesa universale da papa Pio nono l’otto dicembre 1870.Il nome Giuseppe di origine ebraica sta a significare “aggiunto in famiglia”. San Giuseppe fu lo sposo di Maria, il capo della “Sacra Famiglia” nella quale nacque per opera dello Spirito Santo (secondo le letture), Gesù. Giuseppe, come Maria, discendente della casa di Davide, figura di generosa umiltà, per cui San Giuseppe di Nazareth, capo delle Famiglia del Signore si distinse molto nella missione ricevuta dalla grazia nell’economia della salvezza. Le fonti della sua esistenza sono i Vangeli di Luca e Matteo.

Commenti Facebook
Condividi questa notizia con...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter